Riflessologia Plantare

Introduzione

 

La Riflessologia Plantare è un'arte molto antica, tanto che se ne trovano testimonianze nelle tombe degli Antichi Egizi. Le prime mappe di riflessologia sono state rinvenute nella tomba di un medico del tempo intorno al 2.330 a.C.

 

Secondo la visione orientale, da cui origina questa affascinante tecnica, ogni parte del corpo interagisce con le altre e con la totalità di esse, poiché una è l'energia vitale che scorre in tutto il corpo.

 

In occidente, il padre della riflessologia moderna fu un medico americano W. Fitzgerald, che prendendo spunto dalle antiche mappe, elaborò una tecnica di cura premendo specifici punti di mani e piedi.

 

In Riflessologia Plantare i piedi non sono due entità distanti o separate, ma in essi è riflesso tutto il nostro corpo “in miniatura”.

 

In generale ogni parte del corpo ha un riflesso, perché il corpo “ascolta” in ogni momento ed è “in contatto” con ogni sua parte, che sia essa centrale o periferica.

 

Ciò dipende in gran parte dai riflessi neurologici dei nervi rachidei, che dal cervello conducono al midollo spinale e si connettono con la periferia attraverso il sistema nervoso periferico.

 

Se un organo è sofferente si produce una stimolazione nervosa che si trasmette al midollo spinale e da questo arriva sulla superficie di zone cutanee ben definite (zone riflesse) provocando una aumentata sensibilità cutanea o muscolare.

 

Per questo motivo quando tocchiamo alcuni punti del piede sentiamo quasi subito un dolore momentaneo o persistente.

 

Attraverso una serie di stimolazioni ravvicinate che si eseguono con il pollice si trasmette alle zone nervose riflesse l'impulso a rimettersi in sintonia con gli organi stimolati.

    

Riflessologia caviglia        

  

Riflessologia dita   

  

Riflessologia su un punto   

 

BENEFICI della RIFLESSOLOGIA PLANTARE

 

 

RIFLESSOLOGIA PLANTARE “PSICOSOMATICA”

 

Il sistema di regolazione del corpo avviene sotto stimolo nervoso ed endocrino.

 

Abbiamo visto come la riflessologia agisca sui riflessi nervosi per migliorare la fisiologia degli organi, ma dobbiamo sapere che questa tecnica è molto preziosa perché ci aiuta anche a regolare i riflessi endocrini.

 

Le ghiandole endocrine sono quelle che producono gli ormoni.

 

Gli ormoni sono fondamentali perché regolano moltissime funzioni: ad esempio il metabolismo di grassi, proteine e zuccheri; la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la deposizione del calcio nelle ossa, la sessualità, la gravidanza…

 

Così come gli organi, anche le funzioni delle ghiandole endocrine sono influenzate o possono essere alterate da uno stato emotivo non in equilibrio, così come è dimostrato dalla Psicosomatica.

 

La Riflessologia plantare che per semplicità definiamo “Psicosomatica” è prima di tutto una tecnica di valutazione individuale, in quanto dal piede possiamo rilevare segni specifici connessi ad una iperproduzione delle ghiandole endocrine, sia un disequilibrio energetico di organi e visceri.

 

Dall'analisi del piede, possiamo anche dedurre quali aspetti emotivi sono per la persona limitanti, quali emozioni sono trattenute, quali altre ha difficoltà a percepire.

 

Secondo la medicina tradizionale Cinese, esistono 5 energie/emozioni di base in relazione alle ghiandole endocrine:

 

In equilibrio ci permettono di gioire delle cose della vita, ci dà una espressione solare e sorridente, ci permette di sdrammatizzare le varie situazioni

 

In equilibrio ci permettono di ricordare le cose avvenute, ci dà la forza di non fossilizzarci sui dubbi e le preoccupazioni, ci dà la forza di andare avanti con le proprie idee e non con quelle imposte da altri

 

In equilibrio ci permettono di accettare e vivere i momenti di tristezza e gestire al meglio la nostra sessualità

 

In equilibrio ci danno la forza di andare avanti ed essere protagonisti della nostra vita, rispettando i nostri limiti e sapendo dire di “no” quando qualcosa non ci va bene

 

In equilibrio ci danno la forza di recuperare energie dopo uno stato di stress, forte stanchezza, di affrontare e allo stesso tempo di rispettare le nostre paure senza sfidarle continuamente.

 

IMPORTANTE

 

Secondo le medicine tradizionali, le emozioni sono una espressione dell'energia. Paura e Rabbia ad esempio, non sono di per sé negative, sono delle forze che la natura umana ci ha dato e che ci sono molto utili per gestire la nostra vita, quando sono usate in modo equilibrato.

 

LA SEDUTA

 

L'operatore esegue una attenta valutazione energetica osservando la pianta del piede e compilando una scheda di trattamento.

 

Utilizzando la pressione con il pollice si esegue il tocco per circa 1 minuto su ogni punto riflesso su cui è necessario intervenire, la manualità varia a seconda che si lavori in stimolo o in sedazione.

 

Se ad esempio la persona è scarica energeticamente si lavorerà in stimolazione, se invece è sovraccarica di tensione si lavorerà in sedazione.

 

La seduta si esegue su entrambi i piedi in quanto gli organi a sinistra sono riflessi sul piede sinistro, mentre gli organi a destra sono riflessi sul piede destro.

 

Dunque la riflessologia opera dai piedi, ma agisce sulla persona nella sua interezza, allo scopo finale di farle raggiungere uno stato di equilibrio e armonia.