Linfodrenaggio manuale

 

L'apparato linfatico è uno dei 3 sistemi circolatori del corpo umano.

 

Al suo interno scorre la LINFA, un liquido alcalino ed incolore.

 

La linfa si forma dai capillari arteriosi che trasudano una quota di plasma al di fuori dal circolo sanguigno a livello dei tessuti cui porta nutrimento.

 

L'apparato LINFATICO raccoglie i liquidi accumulati tra gli spazi cellulari e i prodotti di rifiuto del metabolismo; li conduce al circolo sanguigno dopo averli filtrati da tossine, scarti del metabolismo, mediatori dell'infiammazione, ed eventuali agenti patogeni.

 

L'apparato linfatico è composto dai Linfonodi, dai capillari, dai vasi e dai dotti linfatici.

 

I LINFONODI si trovano lungo le diramazioni dell'apparato linfatico, sono concentrati in alcune zone del corpo, ed hanno il prezioso compito di ripulire la linfa prima che questa ritorni al circolo ematico.

 

Il sistema linfatico non ha una pompa di propulsione, così come è il cuore per il sistema venoso e arterioso, per cui la circolazione della linfa è molto più lenta e tende a ristagnare nei tessuti periferici.

 

Infatti i vasi linfatici spingono al linfa unicamente grazie alle contrazioni muscolari, al movimento e alla respirazione.

 

Ad esempio, ogni qual volta abbiamo una infiammazione nel corpo si ha un accumulo di linfa che tende a dare gonfiori localizzati.

 

In condizioni non ottimali la linfa tende ad accumularsi e viene drenata molto lentamente.

 

Se abbiamo dei linfonodi ingrossati vuol dire che questi stanno agendo per ripulire la linfa dal tossico in eccesso.

 

Con il linfodrenaggio lavoriamo sugli strati cutanei dove scorre la LINFA, rimuoviamo la stasi linfatica e andiamo ad accelerare il movimento della linfa dalla periferia verso il circolo ematico.

 

Il linfodrenaggio non è propriamente un massaggio, ma una tecnica specifica inventata dal Dott. E. Vodder negli anni dal 1932 al 1936.

 

INDICAZIONI del Linfodrenaggio

 

La Seduta:

la seduta è della durata di 1 h e 15’

 

La manualità si esegue superficialmente e molto più lentamente di un massaggio, proprio per assecondare il movimento della linfa.

 

Il linfodrenaggio può essere eseguito su tutto il corpo, ma generalmente lo consigliamo per gambe, glutei, pancia, schiena e viso.

 

E' molto prezioso perché è l'unica manualità che può essere usata negli stati infiammatori acuti che riduce l'intensità dal dolore senza essere invasiva.